giovedì 31 marzo 2011

VIGGO E NON PIU' VIGGO.



Il PG vuol diventare attore.

Sul serio.

Ma proprio per davvero.

Fa persino un corso di recitazione e canto................

Bene, sabato ha un provino.

No, dico, un PROVINO.

Che non è mica come un casting, che di quelli ne ha fatti diversi. No. Questo qui è un PRO-VI-NO.

Per le poche persone, scelte dal fato, che non sono addentro al misterioso mondo dei giovani artisti emergenti, la Puff-mammanager va ad illustrare la differenza.

Dicesi casting una roba in cui vai li, ti guardano, ti fanno due foto o un rapido filmato, ti chiedono come ti chiami, quanti anni hai e che materia preferisci a scuola (e li il PG normalmente tentenna un attimo...) e tanti saluti.

Dicesi provino una roba dove devi far vedere quello che sai fare. Che nello specifico, significa recitare.

Ohibò!!

Ora lui conosce - perchè gli piace, ce l'ha pure scaricato sul cellulare - il monologo finale dell'androide di Blade Runner. Ce l'avete presente, no, "Io ne ho viste cose che voi umani..." eccetera. E intendeva usare quello.

Ma la sottoscritta Puffola non gli consente di andare al risparmio. Il discorso è chiaro: hai voluto fare questa cosa, ora ti ci impegni, perchè altrimenti butti via il tuo tempo - che son problemi tuoi - ed il mio, che invece sono problemi miei e non te lo consento.

Pertanto ieri sera abbiamo iniziato lo "studio" di un nuovo monologo. Si tratta del discorso di incitazione ai soldati che Aragorn rivolge alle truppe di Gondor davanti al Nero Cancello, nella parte finale del Ritorno del Re.

Ora voi dovete immaginare la scena.

Interno, sera.

Il PG e la Puffola incantati davanti al DVD del Ritorno del Re. Avanti, fermo, avanti fermo, per consentire al PG di memorizzare le parole. Il PG in piedi in mezzo alla sala, sguardo truce e braccia mulinanti con fare enfatico che declama "Figli di Gondor, di Rohan, fratelli miei..."; Ninnolo estasiato che guarda il fratello come fosse Marlon Brando girellandogli intorno, e che con la sua vocina stridulina da treenne ogni tanto azzarda "... abbandoneremo gli amici.... non è questo il giorno...." col PG che (nonostante sia fiero dell'ammirazione del fratello) prorompe con un "mamma portamelo via" una frase si e una no.

Puro delirio.

E il bello è che non gli viene neanche male. Se non fosse per i suoi assurdi dubbi (mamma, ma lui è a cavallo, come faccio a fare il cavallo??) e la voce, che è ancora un tantino troppo bianca per la parte.

Quando parte il prossimo aereo per Hollywood??



http://www.youtube.com/watch?v=xDDYSPRjsVw 



6 commenti:

  1. E dillo che vuoi diventare la madre di un divo del cinema !!!

    RispondiElimina
  2. hai deciso di tenerci in sospeso?

    RispondiElimina
  3. ma no..... è solo di sabato..... non lo so come è andata
    io l'ho trovato bravo, ma insomma, sono la sua mamma....

    vedremo

    RispondiElimina
  4. sì vabbè sei la sua mamma ma sei obiettiva, quindi è stato bravo senz'altro... chissà che emozione :)

    RispondiElimina
  5. Emozione???

    lui era TERRORIZZATO!!!
    E' stato strano vederlo così in panico perchè di solito è il tipo che si fa scivolare tutto addosso senza troppi pensieri. Evidentemente ci tiene proprio. Il che è un bene...... perchè se ha una passione è giusto che ci investa anche a livello emotivo.

    Se poi andrà male, pazienza.
    Ce ne preoccuperemo quando sarà il caso

    RispondiElimina