giovedì 29 ottobre 2009

MI CORRE PROPRIO L'OBBLIGO.....

Lo so, lo so.
Avevo detto che non lo avrei più fatto.
Non ho intenzione di rimangiarmi la parola data, ma.... insomma, una valvola di sfogo mi ci vuole!!

Orbene, lunedì comincio il part time, 9-15
Mantengo il mio lavoro, ma non la responsabilità del reparto.
Da una parte, meglio, meno cazzi che non c'ho più voglia.
D'altra parte, non essendo più una responsabile, va da se che ci vuole qualcuno che di venti "il mio" responsabile. E la scelta, e non poteva essere che quella, è caduta sulla persona probabilmente più inadatta.

E' la persona di cui parlavo in
questo post.

In sintesi, giusto per rimembrarvi, io ero il suo capo, lui mi odiava e ha cercato in tutti i modi di farmi le scarpe, fino a quando gli ho offerto io l'occasione su un piatto d'argento facendo Lorenzo. Al mio rientro ha mal digerito l'autonomia che mi era stata concessa con il mio nuovo incarico e ora, che finalmente può mettere le grinfie su di me (lavorativamente parlando, si intende!), direi che gongola. Parecchio. Già inizia ad allargarsi, già si impiccia, già s'intrufola. Prima ancora che la cosa diventasse ufficiale ha iniziato a fare strani discorsi sul fatto che "deve cominciare a vedermi con occhi nuovi" (??? ma sei scemo???) e altre cagate similari.

Poi, non posso spiegarvi come ma fidatevi, è stata confermata oltre ogni ragionevole dubbio la spropositata quantità di danaro che mensilmente questa azienda fa affluire alle casse del beneamato futuro capo, in termini di incentivi e bonus. C'è da giurare che avrà chiesto un aumento, dovendosi "occupare" anche di un "nuovo reparto" ora (il nuovo reparto sare io...).

Quest'uomo è lo stesso che il grande capo (il country manager, per intenderci) solo la scorsa settimana ha definito tranquillamente "un coglione" parlando con me (con me!) nel momento stesso in cui mi diceva  mi stava mettendo sotto la sua responsabilità.

Un uomo che ha la lingua più lunga di Emilio Fede (anche questo espressamente indicato dal country manager himself... che poi è quello col culo umido) ed il cervello elastico quanto un tocco di piombo.

Ora, io non mi rimangio quanto ho detto fino a qui, durante le settimane di riflessione che hanno portato alla conferma del mio part time. Basta guerra. Però, ragazzi, non sono una santa. Mi auguro che abbia il buon gusto di starmi fuori dai piedi.

Chissà perchè, ne dubito.

Non resisterà a mostrare il suo "potere", a far vedere che lui "ha vinto". E li, penso che con ogni probabilità, IO mi divertirò moltissimo.






5 commenti:

  1. In bocca al lupo. E sicuramente rientrerai al lavoro con un pensiero più importante per la testa durante la giornata rispetto a prima di rimanere a casa, tuo figlio. Pensa a lui nei momenti peggiori ...

    RispondiElimina
  2. ti reputo una donna con le contropalle.
    te lo mangerai.

    Bacio ENORME

    RispondiElimina
  3. non ti curar di loro ma guarda e passa
    che è poi quello che sto cercando di fare io di questi tempi...
    si vede che è destino che i capi siano coglioni, che vuoi farci

    RispondiElimina
  4. Lo considerano un cretino ma gli offrono un incarico di responsabilità? Uff, che mondo, altro che part time, qui ci vuole un isola lontana...

    RispondiElimina
  5. utente anonimo3 novembre 2009 03:12

    SI, PERCHE' E' IL PERFETTO CANE DA GUARDIA
    UNA VERA TRISTEZZA :(


    PUFF CHE NON SI LOGGA CHISSA' PERCHE'!

    RispondiElimina