venerdì 6 febbraio 2009

IL MATEMATICO IMPERTINENTE

E' il titolo del nuovo libro di Piergiorgio Odifreddi (matematico, logico, e più in generale mente sapiente e brillante) che il Genio Grande sta leggendo da un paio di giorni.


Temo che ci saranno delle ripercussioni sulla vita quotidiana, grazie a questa lettura.


Stamattina il Genio Piccolo (che vi ricordo ha 8 anni) stava recitandomi la lezione di geometria, quando per errore ha storpiato il nome di Euclide, provocando ilarità nella qui presente mamma bastarda.


Il Genio Grande, in boxer e calzini, si compiace. Ah, mi fa piacere che gli insegnino queste cose.....  Si, beh, dico io, non è che stanno studiando Euclide (no, ripeto, 8 anni... terza elementare), l'hanno solo nominato, come grande matematico.


Fine del compiacimento, inizio del delirio.


- Ah, ecco, e figuriamoci! In italia manca proprio il concetto di studi scentifici, e la scuola manca di rigore, e non sono capaci di incuriosire i bambini...


- ehm, amore, hanno iniziato geometria la scorsa settimana, stanno facendo il punto e la linea.. cominciano da quello, per i teoremi di Euclide magari c'è tempo... è un po' difficilotto, magari, come primo approccio...


- Eh si come no! E perchè dovrebbe essere più difficile? Basta spiegarglelo. La mente scientifica va allenata! E guarda, invece di insegnargli il ragionamento logico, gli infarciscono la mente di metafisica.......


- Er, metafisica?? cioè del tipo? (perplessa, confesso)


- Fatti non verificabili! (perentorio)


- Ah, cioè come la storia, la geografia, la grammatica... non verificabili come queste cose qui???


- No. Tipo le favole.


Ah ehm ecco. Dopo 10 anni di matrimonio, arrivi a capire quale è il punto di non ritorno. Davanti a questa ultima affermazione, taccio, nella speranza che la cosa finisca li.


Invece..... facciamo per uscire di casa e davanti all'ascensore colgo il Genio Grande che cerca di spiegare a quello piccolo il Teorema di Pitagora.


- dunque hai presente un triangolo rettangolo?


- no.


- hai presente come è fatta una squadra da disegno?


- no.


- beh hai presente un triangolo, no?


- si


- ok un triangolo con un angolo retto


- cos'è un angolo retto?


- un angolo a 90 gradi.


- 90 che?


- Come le pareti col pavimento


- eh???


...


Tempi duri davanti a noi.




 

7 commenti:

  1. povera puffola! ti aspettan tempi duri sì! io sto con te...se hai bisogno di un posto dove nasconderti son qua :)

    RispondiElimina
  2. utente anonimo6 febbraio 2009 07:35

    HAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA
    immagino le facce!!!!!
    HAHAHAHAHAHAHAHAHAHA
    raffaella

    RispondiElimina
  3. però un pochino ino ino di ragione ce l'ha...
    la classe di Ortica segue un programma sperimentale di matematica e... in prima elementare eran già parecchio più avanti di quelli di terza, pur non sapendo ancora le tabelline...

    RispondiElimina
  4. utente anonimo8 febbraio 2009 10:52

    certo che ho ragione, anche senza i libri di Oddifreddi :).Prima si impara quello che esiste, poi si ricama su quello che no esiste o non si sa se esiste :)

    RispondiElimina
  5. deve essere una tara dei padri matematici: mio marto un giorno faceva il bagno con la figlia quando aveva 4 anni e le ha spiegato un principio che nn mi ricordo di chi è che dice che un corpo immerso in un liquido riceve una spinta dal basso verso l'alto...eccc. a distanza di anni se lo ricorda ancora!

    RispondiElimina
  6. Mauvaise: a dire il vero questo tipo di approcci mi lasciano un po' perplessa. Ci sono anche metodi che insegnano ai bambini a leggere ancor prima che sappiano parlare. Ma mi domando se alla prova dei fatti siano veramente utlili. Boh, spero per Ortica di si :D

    Caro utente anonimo-che-anonimo-non-è... non è che tu abbia torto. E' solo che precorri un tantino i tempi, tutto qui... sarà l'orgoglio di padre, vai a capire...... :D

    RispondiElimina
  7. diciamo che Ortica è arrivato tra i primi cinque alle olimpiadi della matematica quest'anno e che con lui, tra i 5, c'erano altri due bambini uno della sua classe e uno dell'altra quarta (partecipano quarte e quinta di tutta italia)...
    direi che funziona. ;)

    RispondiElimina