sabato 11 agosto 2007

DONNA TU PARTORIRAI CON GRAN DOLORE

... eh beh, quanto a questo, qui non ci facciamo mancare niente!! :-)


Dopo il mio primo parto, con travaglio e cesareo, pensavo che il biblico "gran dolore" avesse trovato una certa qual, come dire sublimazione.. ossia, mi dicevo: Ho fatto la mia parte, ho offerto il mio obolo.


E invece mica.


Dopo appena una settimana di vacanza, zac, fregagtura. Sono dovuta tornare a casa x un problema di pressione......... e con mio gran giubilo sono stata ricoverata in ospedale. Il  12 luglio. Sono uscita il 7 agosto con Lorenzo in saccoccia. Quasi un mese.


Beh c'è da dire che ricoverata per un problema che di fatto non ha sintomi (io stavo da dio se si esclude che mi bucavano e punzecchiavano ogni due x tre) ha il vantaggio (unico e solo) di lasciarti un sacco di tempo libero. Per leggere (HP finito in 2 gg) e per guardare le persone che scorrono nel letto accanto quando la degenza media del reparto è di 3 gg e tu ci stai invece 3 settimane abbondanti.


Mi son fatta una cultura, ho visto donne straordinariamente coraggiose (una ragazza ha partorito un bimbo molto prematuro dopo ben 3 tentativi andati male, e l'hanno rivoltata come un calzino per salvare il suo piccolo, ma lei non si è mai scoraggiata, e pensava già al prossimo), altre straordinariamente spaventate e forse immature... altre ancora ingenue, che sono veute a partorire come se andassero in giostra e non la finivano più di dire, dopo, quanto fosse stato doloroso...... mah!


Beh per parte mia penso di essere stata sicuramente la più fifona del reparto. Quando hanno iniziato a pronnciare la parola cesareo io ho iniziato a tremare come una foglia, e si può dire che non ho ancora smesso... :-)


Io non capisco davvero come si possa scegliere questa operazione a priori, anche quando non ce ne sia una reale necessità. Io non giudico, sia chiaro. Dico solo che molte volte si punta essenzialmene sul parto indolore e si escludono tutte le altre informazioni che potrebbero essere utili a una donna per decidere del suo proprio parto.


Senza dolore? beh, senza dolore l'atto in se di partorire. Però prima nell' ordine ti fanno una flebo - che porebbe non essere una tragedia se avete vene buone - , ti infilano un catetere e ti rifilano pure  una puntura in mezzo alla schiena, fin nel midollo spinale, il che con un buon anestesista non è dolorosissimo, ma nemmeno esente da rischi.


Dopodichè ti operano, ti estraggono l'estraibile (se volete i dettagli non avete che da chiedere) ti posizionano su una barella spostandoti come un tronco di albero e ti portano tuo figlio. A quel punto non senti le gambe, hai perso tra il mezzo litro e il litro di sangue, ti senti come un boxer suonato ma diavolo, vedi il tuo piccolo e tutto va a meraviglia.


La giornata trascorre bene, ti riappropri lentamente delle gambe, che non muovi ma godi della consapevolezza che se volessi, potresti, e ti dici "ehi wow non è poi male..." ma poi arriva la notte. L'anestesia finisce definitivamente il suo corso e inizi a sentire male.


Non so cosa pensino le altre donne che hanno passato l'esperienza, ma il mio pensiero è stato "1000 travagli piuttosto di questo!" Insomma un male boia. Beh, diamine. L'agocannula già ce l'hai, che conta una flebo in più o in meno??? Via una bella dose di antidolorifico e gli asinelli iniziano a volare e si colorano gli elefanti di rosa...... peccato che restano volanti e rosa anche la mattia dopo, qando ti svegli e non capisci se hai sognato tutto e in realtà sei reduce da una brutta sbronza o cosa.


Ma anche questo passa.


Quel che passa più lentamente è il male che senti nelle viscere ogni volta che ti muovi, o che ti devi alzare, o andare a fare una banalissima pipì. Coltellate, praticamente. E in tutto questo allatti, cambi patelli, frequenti la nursery, ricevi parenti (ansiosi) mostrandoti assai più radiosa di quel che ti senti in realtà


Il tutto per una settimana circa. Contro, se vi dice male, 12 ore di dolore che dopo meno di mezza giornata non ha praticamete strascichi.


Ora, valutate un po' voi...........

12 commenti:

  1. in fin dei conti è un' operazione, tagli vari etc etc....non ti invidio mica ;-)
    bello aver le gambe e non sentirle eh?
    però dai, se han deciso per il cesareo un motivo valido ci sarà stato spero

    RispondiElimina
  2. Ma tesoraaaaaaaaaaa! Io ti pensavo bella spaparanzata al mare e invece tu te ne stai in ospedale e mi sforni il pupo?
    Che fra l'altro è bellissimo :))
    Proprio un bel coniglietto come direbbe mio marito.
    Io inizio a sembrare una che ha ingoiato un cocomero...a breve la versione mongolfiera.
    Sul parto che dire: ho avuto tante amiche col cesareo e anche se spero decisamente che Ida non sia troppo "ingombrante" da sfornare, non lo sceglierei a priori manco sotto tortura.
    Un bacio a te, al coniuge al piccolo e al settenne (a proposito: niente aneddoti spassosi dopo la nascita di Lorenzo?).

    RispondiElimina
  3. ci sarebbe l'aneddotto delle puzzette nel cesso dell'ospedale.. luigi ha sputtanato il settenne ieri al telefono, ammetto!
    andretta, c'hai due palle come due mongolfiere, quindi panta rei. adesso tocca a me e sperèm. io la penso come te, sia sul cesareo che sull'epidurale.
    anche se..ehm.. 12 ore di travaglio mi andrebbero da dio, considerando che le mie più care amiche se ne sono fatte nell'ordine 24 e 48.....
    ti bacio.
    (il pupo è bellissimo!!)

    RispondiElimina
  4. mi hai battuto! Io sono stata in ospedale solo 23 giorni! verissimo che hai un sacco di tempo per leggere, per assistere al via vai di tue compagne di stanza, e se occupi il letto vicino alla porta, anche il via-vai di infermieri lungo il corridoio!

    io ho partorito col cesareo, perchè costretta
    è stato il mio primo figlio, quindi nn posso fare confronti!
    Ero spaventatissima, in fondo è una operazione e io fortunatamente non ne avevo mai subita una.
    Eppure mi è apparso tutto bellissimo (rispetto all'idea che me ne ero fatta)
    Certo ti rode vedere le mammme che hanno partorito naturalmetne e che il giorno dopo stanno come nove mesi prima, quasi.
    però se pensi a quelle che non possono sedersi perchè son state suturate proprio lì, in seguito a lacerazioni... beh... evviva il cesareo!

    Il brutto è quando -come nel mio caso- vai in un ospedale Sprovvisto di nursery
    e tu con flebo, tubicino dietro la schiena e catetere ti devi occupare 24 ore su 24 anche di un poppante

    RispondiElimina
  5. ...anche se leggendo sarei tentata per il cesareo...spero, quando sarà, ad un parto naturale...

    RispondiElimina
  6. @ lenticchia: il travaglio è fisiologico,vedrai che 12 ore manco le vedi!!!!!!! Te la caverai alla grandissima!!

    baaaaaci a te e alla Roccietta in particolare, in attesa di news da entrambe ;-)

    @ Anima: noooooooo!!! dai non ti scoraggiare, non farti tentare... :-)

    RispondiElimina
  7. utente anonimo19 agosto 2007 09:18

    Ammetto di non aver letto fino in fondo.......... la storia la sapevo già, e il quasi-mese l'ho visto da vicino! ma il pupo è talmente carino che ne valeva proprio la pena........... baccccccci

    la vale

    RispondiElimina
  8. Val, tesoro, ti adoro, ma sei la solita pigrona...... :-)

    Ape una sera di queste, OK? Grandine permettendo. Baci.

    RispondiElimina
  9. Io sono di quelle che ha partorito con cesareo ... la mia storia l'ho raccontata nel mio blog per l'anno del mio bimbo (13/06/2007 ... non so fare il link nei commenti ma se ti va leggi pure) ... è il primo figlio, non posso fare paragoni. Maa continuo a ripetrmi che preferirei mille volte il parto naturale al cesareo, soprattutto per la ripresa :((((((( in ospedale sono stata fortunata e c'era sempre qualcuno (infermiere, neopapà, mia mamma) che bene o male mi dava una mano. ma a casa è stata davvero dura!!!!!!!!!!!! No, decisamente, no al cesareo ... a meno che non sia proprio necessario!

    RispondiElimina
  10. andretta, AUGUR!!!!!
    E CHE BEL BAMBINO!!!!!!!
    pensavo che mancasse ancora un bel po', in effetti, sono rimasta stupita che sia già nato :)
    io ho avuto due parti naturali, a 12 anni di distanza l'uno dall'altro, praticamente uno la fotocopia dell'altro. 11/12 ore di travaglio DOLOROSISSIMO, ma è vero, dopo ti passa tutto (oddio, con quella bestia di michelangelo, 4 chili, mi sono venute le emorroidi, nient'affatto piacevoli).
    al secondo figlio le contrazioni uterine post parto però sono tremende, soprattutto i primi giorni di allattamento, però anche quello passa in fretta.
    IO PERO' L'EPIDURALE L'AVREI FATTA, ECCOME!!!
    cmq, ancora STRAAUGURI E COMPLIMENTI per entrambi i figli
    (a proposito, auguri soprattutto per il bel caratterino che avrà il neo leoncino - anche il mio lo è, come HP d'altra parte - hi hi hi hi hi)

    RispondiElimina
  11. Caspita è TENERISSIMOOOOOOOOOO!!!!!!!!!!!
    CONGRATULAZIONI!!!
    ammetto però che leggendo il tuo post mi è venuto leggermente da svenire. meglio che io non ci pensi, altrimenti mi viene l'ansia...
    un bacione!

    RispondiElimina
  12. senza strascishi 'sta cippa... 4 punti interni e 4 esterni.. vuoi mettere? ;-)

    RispondiElimina