giovedì 11 maggio 2006

FOEMINA SAPIENS

E' un recente studio compiuto dall' Università della California circa l'evolversi sociale dei primi uomini.


Spettacolare!!


Pare che le femmine - le donne diremmo oggi - avessero già all'epoca come priorità la crescita della prole. Il passaggio di determinate conoscenze, la sopravvivenza, il procurarsi il cibo. Queste priorità hanno portato:


1. lo sviluppo del linguaggio (per trasmettere le conoscenze ai figli)


2. lo sviluppo dell'andatura eretta (per poter raccogliere cibo portando contemporaneamente i piccoli in braccio)


E fin qui niente di nuovo, si sa che le donne sono sempre state più intelligenti fin dall'alba dei tempi :-)


Ma pare altresì che i maschi invece avessero già allora come prima priorità il mantenimento del proprio patrimonio genetico tramite spargimento del proprio seme. Ossia, pensavano solo al sesso, già allora (eheheh). Ma le donne che invece avevano come priorità i figli cominciarono a concedere le proprie grazie sempre meno volentieri ai maschi violenti e poco collaborativi, preferendo vieppiù quelli invece più generosi, più altruisti, che potevano in qualche modo partecipare alla crescita dei figli.


E così i maschi iniziarono a cambiare il proprio comportamento, allo scopo di essere più graditi alle femmine e poter così continuare a fare sesso... col che, le femmine hanno capito che potevano ottenrere dai maschi quello che volevano soltanto promettendo in cambio favori sessuali, modificando così ulteriormente il comportamento maschile.


Evinciamo dunque che:


1. le femmine non solo sono più intelligenti ma anche più furbe (infatti esse fanno sesso e vengono anche ricompensate per quello che avrebbero comunque fatto anche gratis, essendo attività piacevole)


2. la struttura cerebrale ed emotiva dei futuri uomini si è sviluppata con il principale se non unico intento di avere la possibilità di accoppiarsi (dimostrando che in 4 milioni di anni è cambiato ben poco).


E poi il sesso debole saremmo noi!!!!


AHAHAHAHAH!!!

13 commenti:

  1. Sai, alle volte bisogna far credere di essere deboli per avere un pò di vantaggio. Come quando pensi che una cosa sia giusta e l'unico modo per farla fare è convincere una persona che può farla che sia una sua idea... ;-)
    Ho sempre pensato che le donne siano grandi in molte cose. Purtroppo, però, bisogna vedere anche l'altro lato della medaglia. Io ho avuto occasione di lavorare sia con uomini che con donne e devo - ahinoi! - riconoscere che con le donne non si lavora granchè bene. Non c'è solidarietà femminile e troppo spesso noi donne lasciamo spazio all'invidia, alla gelosia, alle piccole vendette ed alle rivalità di bassa lega, invece di concentrarci su un rapporto equilibrato con il nostro stesso sesso...
    Se ne potrebbe discutere a iosa...
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  2. Sai, alle volte bisogna far credere di essere deboli per avere un pò di vantaggio. Come quando pensi che una cosa sia giusta e l'unico modo per farla fare è convincere una persona che può farla che sia una sua idea... ;-)
    Ho sempre pensato che le donne siano grandi in molte cose. Purtroppo, però, bisogna vedere anche l'altro lato della medaglia. Io ho avuto occasione di lavorare sia con uomini che con donne e devo - ahinoi! - riconoscere che con le donne non si lavora granchè bene. Non c'è solidarietà femminile e troppo spesso noi donne lasciamo spazio all'invidia, alla gelosia, alle piccole vendette ed alle rivalità di bassa lega, invece di concentrarci su un rapporto equilibrato con il nostro stesso sesso...
    Se ne potrebbe discutere a iosa...
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  3. Hai ragione
    spesso ci diamo la zappa sui piedi da sole... abbiamo dimenticato le nostre radici.

    RispondiElimina
  4. Hai ragione
    spesso ci diamo la zappa sui piedi da sole... abbiamo dimenticato le nostre radici.

    RispondiElimina
  5. Mah, dato che io sostengo la stessa cosa, credo che 'sta storia del "sesso debole" sia stata messa in giro da una donna per aver un alibi in caso fosse stata scoperta...
    ;-)

    RispondiElimina
  6. Mah, dato che io sostengo la stessa cosa, credo che 'sta storia del "sesso debole" sia stata messa in giro da una donna per aver un alibi in caso fosse stata scoperta...
    ;-)

    RispondiElimina
  7. possibile eagle possibile...........

    RispondiElimina
  8. e dire che io in questo momento sono molrto attratto dal tema:
    "vediamo analogie e differenze nel
    comportamento umano nel presente e nel passato"
    la tua divertente incursione getta nuova luce sul mio sentiero....
    ciao ciao

    RispondiElimina
  9. e dire che io in questo momento sono molrto attratto dal tema:
    "vediamo analogie e differenze nel
    comportamento umano nel presente e nel passato"
    la tua divertente incursione getta nuova luce sul mio sentiero....
    ciao ciao

    RispondiElimina
  10. Ciao,
    un post molto... ma molto interessante.
    Aggiungerò che le prime società preistoriche erano matriarcali, ma non nel senso che le donne erano a capo del gruppo, nel senso che le donne assieme agli uomini partecipavano alla vita sociale per il mantenimento dello stesso in armonia e pace.
    Le guerre, effettivamente, sembrano essere una prerogativa tutta maschile, pertanto la sostituzione del modello patriarcale portò in antichità allo sviluppo di società basate anche sulla soppressione dei più deboli... non mi sembra affar da poco.
    Sibilla

    RispondiElimina
  11. Ciao,
    un post molto... ma molto interessante.
    Aggiungerò che le prime società preistoriche erano matriarcali, ma non nel senso che le donne erano a capo del gruppo, nel senso che le donne assieme agli uomini partecipavano alla vita sociale per il mantenimento dello stesso in armonia e pace.
    Le guerre, effettivamente, sembrano essere una prerogativa tutta maschile, pertanto la sostituzione del modello patriarcale portò in antichità allo sviluppo di società basate anche sulla soppressione dei più deboli... non mi sembra affar da poco.
    Sibilla

    RispondiElimina
  12. vedo che in comune abbiamo l'arrivo alla essenza dei "fenomeni"

    RispondiElimina
  13. vedo che in comune abbiamo l'arrivo alla essenza dei "fenomeni"

    RispondiElimina